home
LA VITA UMANA
SOGNI LUCIDI E OBE
NDE
ARTICOLI VARI
LO SPIRITO
LETTURE
LINK

 


                                                  BLOG 2021

 

Nel 2019 ho iniziato questo blog per poter divagare in libertà sui vari temi trattati nelle sezioni del sito, e per aggiornare le mie esperienze in merito al percorso evolutivo dell'io cosciente. Per eventuali commenti, inviare un'email a info@vitaumana.it

 

 

   DIVINITÀ E MITI (aprile 2021)

Le esperienze psichiche e la loro interpretazione(il coinvolgimento dell'io nelle proprie dinamiche psichiche fa sì che esso possa sperimentare sia la soddisfazione e l'entusiasmo per il successo, sia la delusione e le conseguenze negative del fallimento; l'elaborazione interpretativa di questi stati mentali e dei loro effetti ha portato spesso l'io cosciente a considerare alcune dinamiche psichiche – anche a livello culturale – come manifestazioni del potere di entità divine personalizzate) 

   Leggi tutto...

 

 

   IL MISTERO DELLA VITA UMANA (aprile 2021)

Il desiderio mentale di sapere(l'esigenza di conoscere il significato e lo scopo della vita umana, anche in relazione alle condizioni molto diverse che il destino determina per ciascuno di noi, è sentita da molti esseri umani, ma non da tutti nello stesso modo; alcuni secoli fa la psiche umana ha determinato un più intenso desiderio di sapere, allettando gli umani con la prospettiva di poter acquisire un maggior controllo sul proprio destino: fino ad oggi, questo tentativo ha avuto successo solo in parte)

L'identità dell'io cosciente(nel considerare l'io come il soggetto che, tramite la coscienza, sperimenta i diversi aspetti della psiche, registrandoli almeno temporaneamente nella memoria, è opportuno tenere presente che alcune esperienze psichiche non vengono recepite direttamente dall'io nello stato di veglia, ma da un soggetto che presenta caratteristiche peculiari nel modo di percepire e di interpretare tali esperienze: così, per esempio, l'io onirico può sperimentare gli eventi psichici dei sogni in modo diverso da quello con cui l'io nello stato di veglia interpreta poi i contenuti dei sogni che riesce a ricordare)

La vita come ricerca ed elaborazione di esperienze(pur tenendo conto del particolare destino che determina le esperienze della vita di ogni persona – e dunque non consente alcuna generalizzazione – la vita umana rappresenta comunque un'opportunità offerta all'io cosciente di formarsi e consolidarsi mediante le esperienze psichiche nelle quali viene coinvolto, e di evolversi progressivamente fino ad essere pronto a liberarsi del guscio ormai inutile di un organismo che ha esaurito le proprie energie e risorse, in modo da poter andare incontro a nuove forme di esistenza)

   Leggi tutto...

 

 

   GLI STRUMENTI CHE CONSENTONO L'ESISTENZA DELL'IO COSCIENTE (marzo 2021)

La constatazione mentale di una realtà(tramite l'attività mentale l'io diventa cosciente dell'esistenza di una realtà oggettiva che lo trascende, e la mente diventa essa stessa un aspetto non secondario della realtà; un'interpretazione strettamente monistica del sistema-cervello non può essere soddisfacente sotto il profilo conoscitivo, dato che nel suo ambito vengono fatti coincidere il soggetto e l'oggetto dell'investigazione)

Il problema della memoria(i nostri ricordi sono tanto più affidabili quanto più sono vividi, ben impressi nella memoria e riconducibili ad una precisa epoca della nostra vita, e sono comunque determinati dal funzionamento del nostro cervello, che può anche farci percepire come ricordi autentici episodi costruiti con l'immaginazione; vi sono tuttavia casi ben documentati e verificati di bambini che ricordano con precisione eventi, persone e luoghi appartenenti alla memoria di un'altra persona adulta deceduta)

Mente e cervello(i dati ricavati dalle indagini sull'attività cerebrale vengono sempre interpretati dall'attività mentale dei ricercatori: il ricondurre tale attività esclusivamente al cervello dei medesimi comporta un paradosso, dato che il soggetto e l'oggetto della conoscenza coincidono; inoltre la varietà delle esperienze psichiche individuali è talmente ampia da rendere arbitraria ed inaffidabile la riduzione del funzionamento del cervello ad un modello standardizzato; i problemi relativi al funzionamento della mente umana sono dunque ben lungi dall'essere risolti)

L'io cosciente e la dimensione dello Spirito(la dimensione dello Spirito è costituita da sintonie psichiche sostanzialmente diverse da quelle della psiche umana, di cui l'io cosciente può fare esperienza in determinate situazioni, come testimoniato dai resoconti di molte NDE: l'io cosciente si sente attratto ed affascinato da quella dimensione, percepita come consona alla sua essenza più autentica, al punto di non desiderare più il ritorno nella condizione di vita organica)

Il veicolo della coscienza(le NDE dimostrano che in certe circostanze l'io cosciente può sperimentare sintonie psichiche alternative rispetto a quelle tipiche della psiche umana; dato che non disponiamo di conoscenze affidabili in merito al funzionamento del cervello in simili circostanze, non è da escludere l'esistenza di un veicolo alternativo di sintonizzazione cosciente che può entrare in funzione quando l'organismo si trova in condizioni critiche; altrimenti dovremmo riconoscere che il cervello è molto di più di uno strumento evolutivo finalizzato esclusivamente alle esigenze naturali dell'organismo o della specie)

   Leggi tutto...

 

 

   LE SPERANZE DI UNA FORMA DI ESISTENZA DOPO LA MORTE (febbraio 2021)

La fine della vita umana(la vita che noi viviamo in questo mondo, mediante un organismo nel quale l'io cosciente si sviluppa e tramite il quale elabora le proprie esperienze della psiche, termina con l'evento della morte, che coincide con lo stop definitivo del funzionamento del sistema nervoso – ed in particolare del cervello – dell'organismo al quale l'io cosciente è associato; le testimonianze relative ad esperienze in situazioni potenzialmente mortali variano da persona a persona, ed in qualche caso sono ben diverse rispetto a quanto ci si aspetterebbe)

Le rappresentazioni immaginarie dell'aldilà(il senso di perdita ed il dolore conseguenti alla morte di una persona alla quale si è affettivamente molto legati possono trovare conforto nelle conferme della continuazione dell'esistenza della sua personalità – con i suoi ricordi ed i suoi legami umani – in una dimensione nella quale si senta felice, in armonia con le aspirazioni dell'io cosciente; non si può escludere che questa condizione desiderata non corrisponda ad una forma soggettiva di realtà, una volta che sia possibile sintonizzare una diversa gamma di esperienze psichiche)

Altre forme di esperienza psichica riferite all'aldilà(alcune NDE presentano due interessanti aspetti: la separazione dal corpo fisico – con il venir meno di ogni sensazione dolorosa e la visione di persone ed eventi ancora legati all'ambiente umano – ed il trasferimento in una dimensione diversa caratterizzata spesso dalla presenza di entità luminose che irradiano empatia ed amore incondizionato; l'attribuzione di queste esperienze al funzionamento del cervello implica la capacità dello stesso di sintonizzare anche realtà alternative)

L'io, i desideri e la volontà(i desideri che coinvolgono l'io e che impegnano la sua volontà nel corso di questa vita sono determinati dalla psiche umana, ed hanno la funzione di vincolare l'io cosciente alla vita del suo organismo ed ai programmi culturali che gli vengono trasmessi; molte NDE presentano una prospettiva del tutto diversa, nella quale le sintonie psichiche sperimentate dall'io cosciente non sono più caratterizzate da desideri di origine umana)

La formazione dell'io cosciente(i fattori aleatori che determinano il destino di ogni organismo umano influenzano anche lo sviluppo dell'io cosciente, che in molti casi procede nel percorso della vita, prendendo parte non solo all'enigmatico progresso della storia dell'umanità, ma anche ad un proprio processo di evoluzione individuale, sul significato e sull'esito del quale le NDE potrebbero offrirci utili indizi)

   Leggi tutto...

 

 

   LA VITA E LA COSCIENZA (febbraio 2021)

Il processo di sviluppo della vita sulla Terra(lo studio dell'evoluzione della vita organica sul nostro pianeta è molto interessante, ma fa affidamento su una ricostruzione che – per quanto accurata e ragionevole – si basa pur sempre sulle facoltà deduttive, intuitive ed anche immaginative della nostra mente, ed in parte sulla diretta osservazione e sullo studio degli organismi attualmente viventi; per oltre due miliardi di anni il quadro della vita ha visto una moltitudine di organismi unicellulari interagire tra loro e con l'ambiente, in base ai programmi operativi contenuti all'interno di ciascuno di loro)

Lo sviluppo di un centro di controllo operativo(la comparsa di un centro di controllo operativo, costituito da un sistema nervoso e da gangli cerebrali, nel corso dell'evoluzione degli animali pluricellulari, non implica di per sé la presenza di un soggetto cosciente, dato che la maggior parte delle funzioni del cervello operano in modo inconscio; inoltre altri organismi evoluti, come le piante superiori, pur essendo prive di sistema nervoso sono in grado di gestire la complessità del loro funzionamento; la coscienza, come la sperimentiamo noi umani, serve essenzialmente a mettere l'io in connessione con le dinamiche della psiche)

I diversi livelli dell'esperienza cosciente(sebbene si possa ipotizzare che la coscienza abbia le sue radici già nel mondo animale, la sua funzione – così come noi la sperimentiamo – consiste nel mettere in contatto l'io con le dinamiche della psiche umana; si tratta di un processo evolutivo che può manifestarsi a diversi livelli, da quelli del tutto passivi dei bambini a quelli mediati dai programmi culturali acquisiti e dalle precedenti esperienze vissute dei giovani e degli adulti; tuttavia, l'identificazione dell'io cosciente con le sintonie psichiche positive o negative che lo coinvolgono si protrae di solito per tutta la vita)

Il carattere bipolare della psiche(la bipolarità intrinseca della psiche umana può essere sperimentata dall'io come un percorso di transizione tra un passato – o un presente – marcato dalla negatività, ed un futuro migliore; quello che si può sperare per il futuro dell'umanità è una riduzione della tensione tra i due poli, ma non l'eliminazione della bipolarità; d'altra parte, la limitata durata della vita di ogni organismo umano, inserito temporaneamente in questo flusso psichico collettivo, comporta l'aspirazione da parte dell'io cosciente ad una forma di esistenza non evanescente)

   Leggi tutto...

 

 

   IL POTERE CREATIVO ED ORGANIZZATIVO DELLA PSICHE UMANA (gennaio 2021)

Il progresso tecnologico(negli ultimi due secoli, l'umanità ha assistito ad uno straordinario processo di incremento della complessità tecnologica dei prodotti creati, un progresso al quale oggi ci siamo quasi del tutto assuefatti, ma che è stato reso possibile grazie ad una rapida evoluzione delle facoltà creative ed organizzative della psiche umana)

Perché fare ricorso alla psiche umana?(tramite la coscienza, l'io sperimenta per un tempo molto limitato gli effetti di un processo di trasformazione culturale che utilizza, a tutti gli effetti, le risorse di cui dispongono gli umani per perseguire uno scopo che resta per noi misterioso; osservando le trasformazioni avvenute nel tempo, dalle dinamiche naturali primordiali alle attuali culture complesse, possiamo notare che in certi periodi – come quello attuale – si verifica un'intensificazione dell'attività psichica che porta a cambiamenti di rilievo)

L'impegno umano(le attività produttive che hanno portato allo strabiliante progresso tecnologico della nostra epoca hanno richiesto un enorme impiego di energie umane, lasciandone ben poche a disposizione dell'io per l'evoluzione della propria coscienza; anche le attività ricreative e di svago, in parte necessarie per ricaricare le batterie, non di rado comportano un ulteriore spreco di energia, e vengono sollecitate dal sistema culturale per le stesse finalità imposte dai programmi di condizionamento determinati dalla psiche collettiva)

Il progresso dell'umanità e l'evoluzione dell'io(la partecipazione attiva ai processi produttivi che contribuiscono ad orientare il futuro dell'umanità è determinata dalle sintonie psichiche che coinvolgono l'io fin dalla gioventù; tuttavia nella seconda metà della vita l'io cosciente dovrebbe intraprendere un percorso di separazione dalle dinamiche psichiche collettive, dato che la sua partecipazione al processo dell'evoluzione umana è limitata ad un periodo di tempo relativamente breve, e nella parte finale della vita dovrà anche fare i conti con l'inevitabile deterioramento del proprio sistema psicofisico)

   Leggi tutto...


 

Blog 2021
Divinità e miti
Il mistero della vita
Supporti di coscienza
Esistenza dopo morte
La vita e la coscienza
Creatività della psiche